DIACONIA

Diacono è colui che compie un'opera a favore o a servizio di un altro. Il vocabolo implica, secondariamente, l'idea di subordinazione verso la persona nel cui interesse l'opera vien fatta. Nello sviluppo organizzativo della Chiesa primitiva, diacono è il fedele al quale è affidata una mansione specifica nella evangelizzazione.

Non è possibile ricostruire dai testi del Nuovo Testamento l'origine dell'istituzione del diaconato. Gli Atti mostrano che apostoli, per far fronte ad una particolare situazione scelsero e imposero le mani a sette collaboratori, ai quali affidarono la "diaconia delle mense", ossia la distribuzione di cibo e bevande alle vedove della comunità.

I sette però collaborarono con gli apostoli anche nella "diaconia della parola", cioè nella missione di annunciare il vangelo, il servizio più eccellente che si possa rendere alla comunità e alla economia salvifica. 

Nell Chiesa primitiva vi furono forse anche delle diaconesse, quali Febe, "diaconessa della Chiesa di Cencre", e le vedove addette alla preghiera e all'esercizio della carità nella comunità.